Vai al contenuto

Età Massima per un Finanziamento e Soluzioni di Prestiti Senza Limiti di Età

    Età Massima per un Finanziamento

    L’età massima per un finanziamento è 75 anni. Questo non lo impone nessuna legge ma è un parametro che viene applicato dalla maggior parte delle banche, delle società finanziarie e dagli istituti di credito. Ci sono poi determinate situazioni dove questo numero può cambiare.

    Il limite di età per ottenere un finanziamento dipende anche dal piano di ammortamento. Cosa significa? Significa che l’età massima per poter richiedere un prestito personale varia anche a seconda di quanto durerà il periodo di rimborso. Molto spesso, per “aggirare” problemi relativi all’età, alcuni istituti di credito propongono di stipulare una polizza assicurativa a tutela del credito. Questa consentirà alla banca di ottenere il rimborso di quanto dovuto anche nel caso di decesso del cliente in quanto in tal caso sarà la compagnia assicurativa a saldare la quota del debito residuo. Quindi, la banca non potrà chiedere agli eredi di completare il pagamento delle rate per la persona deceduta.

    Nel caso in cui non si possa sottoscrivere una polizza assicurativa, in alcune offerte promozionali, gli istituti di credito si rifiutano di offrire il finanziamento a una persona di 75 anni, o anche di 5-6 anni più giovane, soprattutto in presenza di patologie pregresse. Ci sono infatti dei casi in cui i rischi per l’istituto di credito sono troppo alti e si preferisce direttamente evitare di fornire il finanziamento al cliente.

     

    Il Limite d’età è Sempre 75 anni?

    Solitamente per quanto riguarda prestiti e finanziamenti, l’età massima per un finanziamento è 75 anni. Anche se siamo soliti dire che ” l’età è solo un numero” quando si parla di denaro, ognuno pensa ai propri interessi. Di conseguenza la società finanziaria valuterà con molta attenzione la situazione economica del cliente e subito dopo si documenterà sullo stato di salute del potenziale cliente.

    Alcuni istituti di credito hanno quindi deciso di abbassare l’età massima per richiedere un finanziamento, in modo tale che il piano di rimborso si concluda prima che il cliente compia i 75 anni. Allo stesso modo, altri istituti di credito hanno deciso di aumentare l’età massima a 80 anni.

    Quindi se la tua banca non è in grado di offrire un finanziamento per una persona della tua età, non scoraggiarti, è possibile che ci sia un altro istituto di credito disposto ad offrirti del credito. Ma è possibile utilizzare anche altre soluzioni.

     

    Finanziamenti per chi ha più di 75 anni

    Cosa fare se hai più di 75 anni e ti serve ugualmente un finanziamento? La prima soluzione, la più semplice, è quella di guardarsi intorno e vedere se ci sono degli istituti di credito che offrono soluzioni finanziarie anche per chi ha più di 75 anni. Si, a volte è possibile trovare anche finanziamenti per chi ha 80 anni.

    Bisogna però tener conto che sicuramente, nel caso in cui l’istituto di credito dovesse concedere il finanziamento, questo dovrà essere rimborsato tramite la cessione del quinto della pensione. In tal caso quindi, si dovrà percepire una pensione di importo superiore a quella che viene dichiarata come “pensione minima” o “pensione sociale”.

    La rata massima che si potrà pagare per rimborsare il finanziamento corrisponderà ad un quinto di quello che si percepisce sul cedolino della pensione. Nel caso della cessione del quinto della pensione, per obbligo di Legge, si stipulerà una polizza assicurativa a tutela del credito. Quindi, come dicevamo prima, in caso di decesso del debitore gli eredi non dovranno sborsare nemmeno un euro, sarà l’assicurazione ad occuparsi dell’eventuale rimborso di quello che ancora manca per saldare il debito.

    Possiamo fare qualcosa per far sì che il nostro prestito venga approvato? Si, sicuramente chiedere un piccolo importo ci darà maggiori possibilità di ottenere il nostro finanziamento. Allo stesso modo, anche un breve piano di rimborso potrebbe aiutare nell’ottenere il prestito personale.

    Quindi, ricapitolando, le possibilità che la nostra richiesta di prestito (se abbiamo più di 75 anni) potranno aumentare se si chiede un piccolo importo ( per esempio un piccolo prestito da 500€, o un prestito immediato da 1.000€ o comunque meno di 5.000€) e se si rimborsa quanto richiesto in pochi mesi.

    Se proprio non riusciamo ad ottenere un finanziamento tramite una banca o una società finanziaria ricordiamoci che è possibile richiedere un prestito tra privati o un prestito con cambiali. A queste soluzioni è possibile accedere anche da cattivi pagatori o se si è protestati.

     

    Prestiti Postali per Pensionati

    Anche i prestiti postali, cioè quelli offerti da Poste Italiane devono essere presi in considerazione. Al momento è possibile richiedere un Prestito Postepay Evolution (che oggi ha il nome di Mini Prestito Bancoposta) fino a 70 anni di età.

    Per poterlo richiedere sarà sufficiente essere titolari di una carta Postepay Evolution. L’importo richiesto sarà accreditato sulla carta del cliente e poi per il rimborso, si potrà optare per diverse soluzioni.