Vai al contenuto

Prestiti con Garanzia Casa, Come Usare l’Ipoteca sulla Casa per un Finanziamento

    Prestiti con Garanzia Casa

    Nel momento in cui si decide di richiedere un prestito è importante sapere che l’istituto di credito prima di erogare qualsiasi somma di denaro, verificherà se il richiedente sia in grado di rimborsare il prestito.

    La banca o istituto di credito richiederà quindi delle garanzie, che solitamente sono la busta paga o il cedolino della pensione o comunque un’entrata economica che sia fissa e costante.

    Nel caso in cui non si disponga di una di questi documenti di reddito sarà possibile richiedere un prestito utilizzando come garanzia la propria casa. Questa soluzione prende il nome di prestito ipotecario.

     

    Come Richiedere un Prestito Ipotecario

    Il primo passo da fare per richiedere un prestito ipotecario sarà quello di verificare quali banche erogano questo tipo di finanziamento.  Non tutti gli istituti bancari infatti concedono questa soluzione ai propri clienti, ma con i tempi che corrono anche le banche si adeguano e stanno diventando, nei limiti, sempre più flessibili.

    Solitamente si affidano ai prestiti ipotecari coloro che non sono in possesso di una busta paga o di un garante che firmi insieme a loro il contratto. Quindi dopo aver scelto la cifra di cui si necessita, si dovrà fornire come garanzia la propria casa, il cui valore dovrà essere abbastanza alto da ricoprire il rimborso del prestito personale.

    Dopo aver ottenuto la somma di denaro di cui si necessita, se non si dovesse rimborsare il prestito per qualsiasi tipo di problema finanziario, la banca entrerà in possesso dell’immobile diventandone proprietario.

    Con un prestito ipotecario sarà possibile richiedere anche importi elevati con un piano di ammortamento solitamente più lungo rispetto ad un tradizionale prestito personale, ma sarà comunque la banca a valutare se concederlo o meno in base al valore del bene utilizzato come garanzia.

     

    Documenti Necessari

    Per ottenere questa forma di finanziamento sarà necessario presentare un proprio documento d’identità, il codice fiscale ed un documento di reddito, come avviene per un tradizionale prestito personale. Ciò che lo differenzia da quest’ultimo e l’ulteriore garanzia del bene, quindi sarà necessario presentare anche un documento che attesti il possesso del bene mobile o immobile.

    Nel caso di un bene intestato a più persone basterà fornire alla banca un’autorizzazione all’ipoteca da parte dei restanti proprietari.

     

    Quanto Tempo Serve

    Richiedere un Prestito ponendo come garanzia la propria casa non vi permetterà di ottenere la somma di denaro nel giro di 48 ore. Però a differenza di quanto si possa immaginare, i tempi di attesa non sono poi così lunghi.

    La procedura prevede che dopo aver fornito la documentazione, venga eseguita una perizia sull’immobile che ne attesterà il valore. In base al valore dell’immobile, verrà poi stabilito l’importo massimo che sarà possibile richiedere con un prestito ipotecario.

     

    Garanzie di un Prestito Ipotecario

    La casa è sicuramente il bene immobile più utilizzato come garanzia di un prestito ipotecario. Ma è importante precisare che non è l’unico bene che potrà essere fornito a garanzia del prestito. Si potranno infatti utilizzare altri beni di lusso come gioielli, opere d’arte o oggetti antiquati. La cosa fondamentale è che siano tutti beni di valore e che appartengano al richiedente.

    Utilizzare questa forma di finanziamento è certamente vantaggiosa se l’importo richiesto risulterà molto elevato, superiore quindi alle 50.000 euro. In caso contrario non vi è ragione di utilizzare beni di un valore così alto a garanzia del prestito. Il piano di ammortamento, parlando di cifre importanti, avrà una durata variabile da un minimo di 5 anni e fino a 25 anni. La durata potrebbe però variare in base alla banca alla quale deciderete di affidarvi per l’erogazione del prestito.