Vai al contenuto

Prestiti per Protestati, le soluzioni con e Senza Busta Paga

    Prestiti per Protestati

    È inutile nasconderlo, riuscire ad ottenere un prestito per protestati è un percorso molto complesso ma non impossibile. Quindi che tu sia stato un protestato o cattivo pagatore per precedenti finanziamenti e necessiti di una somma di denaro per i tuoi acquisti sappi che vi sono delle valide alternative per riuscire ad ottenere quello di cui hai bisogno.

     

    Chi sono i Protestati

    Partiamo dal principio e cerchiamo di capire chi sono i protestati. Stiamo parlando di persone che durante il loro periodo di rimborso hanno avuto difficoltà nel pagamento di una o più cambiali o assegni, non adempiendo ai loro doveri.

    Nel momento in cui la banca, che svolge il ruolo di creditore, verifica che il titolo sia vuoto, procede con la levata del protesto che altro non è che l’autorizzazione all’iscrizione di questo soggetto debitore nel registro dei protestati. Questo registro è pubblico e può essere consultato da chiunque, anche da eventuali futuri creditori, ed è per questo che riuscire ad ottenere un prestito per i soggetti protestati risulta essere molto complicato.

    Inoltre si va incontro ad una serie di conseguenze come ad esempio il pagamento degli interessi di mora, il rischio di pignoramento dei beni e nei soggetti protesti per un assegno non pagato, anche una sanzione amministrativa molto alta che è possibile evitare solo con il pagamento dell’assegno entro 60 giorni.

     

    Prestiti per Protestati con Cessione del Quinto

    Ora è il momento invece di riuscire a capire quali sono le soluzioni per avere accesso ad una forma di credito per i protestati o cattivi pagatori (vedi nel dettaglio la nostra guida sui prestiti a cattivi pagatori).

    Tra le più utilizzate vi è la cessione del quinto dello stipendio o della pensione, una forma di credito che prevede l’addebito di una rata del prestito, che non potrà superare un quinto della propria retribuzione.

    Ovviamente è dedicata a tutti coloro in possesso di una busta paga o del cedolino della pensione e risulta essere una garanzia per il creditore in quanto la rata del prestito viene automaticamente detratta mensilmente dallo stipendio o dalla pensione in quanto sarà il datore di lavoro o l’ente previdenziale a provvedere al suo pagamento.

    Utilizzando la cessione del quinto si avrà la possibilità di richiedere somme anche abbastanza alta con un piano di ammortamento della durata massima di 10 anni.

    Può sembrare un processo molto lungo ma in realtà grazie ai processi telematici riuscirete ad ottenere la somma di denaro in pochissimi giorni.

     

    Prestiti per Protestati Senza Busta Paga

    Prestiti tra Privati

    Un’ulteriore soluzione potrebbe essere quella del prestito tra privati che ti permette di non avere nessun vincolo relativo ai canali bancari in quanto come dice il nome stesso è un contratto che va formulato tra due persone e quindi tra privati.

    In questo caso sarà il creditore a stabilire i vincoli e le condizioni del prestito da concedere e starà a te decidere se accettare o meno in base alle tue esigenze.

    È importante però valutare attentamente le persone a cui ci si affida quando ci si imbatte in questo genere di prestito in quanto non vi è una vera e propria tutela e la truffa potrebbe sempre essere dietro l’angolo.

     

    Prestito Cambializzato

    Infine vi è la possibilità di richiedere un prestito cambializzato che utilizza le cambiali come forma di rimborso.

    In questo modo si avrà accesso al credito di cui abbiamo bisogno ma è comunque necessario fornire alla banca delle garanzie a tutela del finanziamento, come ad esempio un bene di proprietà. Su tale bene la banca potrà rivalersi in caso di mancato pagamento di una o più cambiali, richiedendone il pignoramento immediato per il recupero della somma restante.

    Questo processo di pignoramento avviene con un processo molto più veloce rispetto ad un normale prestito ed è quindi fondamentale, in questo caso, valutare attentamente se sarai in grado, nel periodo di ammortamento, di pagare tutte le cambiali entro la data di scadenza prefissata per non incorrere in eventi molto spiacevoli.

     

    Prestito con Garante

    Tramite al garante si potrà accedere a quasi tutti i finanziamenti esistenti. E’ necessario quindi che il soggetto che desidera ottenere il prestito sia accompagnato, nel momento in cui dovrà sottoscrivere il contratto finanziario, da un garante.

    Il garante è una persona che dispone di tutte le carte in regola per poter a sua volta richiedere un finanziamento. Non dovrà essere protestato né cattivo pagatore ma soprattutto dovrà disporre delle garanzie reddituali minime richieste dalla società finanziaria.

    Il garante dovrà quindi sottoscrivere il finanziamento come debitore secondario e dovrà intervenire economicamente solo se il debitore principale, cioè colui che richiede il prestito, non dovesse saldare il proprio debito. In sintesi quindi, il garante dovrà pagare le eventuali rate insolute del debitore. Se il debitore sarà sempre corretto nei pagamenti il garante non dovrà mai sborsare un centesimo.