Vai al contenuto

Prestito tra Privati Senza Busta Paga, chi può richiederlo e come funziona

    Prestito tra Privati Senza Busta Paga

    Richiedere un prestito personale senza fornire alcuna garanzia reddituale risulta essere un po’ difficoltoso.

    E’ risaputo infatti che il primo aspetto che un istituto di credito verifica prima di concedere un prestito è se il richiedente sarà in grado di rimborsare l’intera somma di denaro erogata. Questa garanzia, per le banche, è rappresentata proprio dalla busta paga, poiché risulta essere un’entrata fissa e costante nel tempo.

    Ma se non si dispone della busta paga, sarà comunque possibile ottenere una somma di denaro ma è importante tener presente diversi aspetti.

     

    Chi Richiede un Prestito Senza Busta Paga?

    I prestiti senza busta paga si rivolgono, come già anticipato, a tutti coloro che non risultano in possesso di un documento reddituale come la busta paga o il cedolino della pensione in caso di richiedente pensionato.

    Quindi questa tipologia di prestito è dedicata a casalinghe, giovani, disoccupati e lavoratori autonomi.

    Spesso, la soluzione più semplice per ottenere liquidità se non si è in possesso di una busta paga è quello di richiedere l’aiuto di un garante. Il garante è quasi sempre una persona a noi vicina, come ad esempio un genitore, un parente o una persona di fiducia. Questa figura dovrà essere in possesso di un documento reddituale e porrà una seconda firma al momento della richiesta del prestito. In questo modo avrà la responsabilità di rimborsare il prestito in caso di inadempienza nei pagamenti delle rate da parte del principale richiedente.

    Se non si è in possesso di una garanzia alternativa come il garante allora una soluzione alternativa potrebbero essere i prestiti tra privati.

     

    Cosa Sono i Prestiti Tra Privati

    I prestiti tra privati, come intuibile dal nome, non prevedono l’inserimento della figura della banca per riuscire ad ottenere una somma di denaro. Tutto infatti si svolge tra due persone che dovranno però dimostrare la loro serietà.

    Vi sarà perciò un creditore che metterà a disposizione la somma di denaro ed un debitore che usufruirà del credito ottenuto per i propri bisogni e si impegnerà alla restituzione del prestito tramite la modalità di rimborso concordata.

    Si affidano a questa forma di finanziamento coloro che non possono fornire come garanzia una busta paga, ma anche tutti coloro che risultano protestati o cattivi pagatori poiché vengono visti come soggetti “poco affidabili” dal punto di vista finanziario dalle banche.

    Per richiedere un prestito tra privati vi sono delle vere e proprie piattaforme dove vi sono creditori e debitori che vengono valutati e che possono mettersi in contatto per la richiesta di una somma di denaro.

     

    Come Funzionano i Prestiti tra Privati Senza Busta Paga

    I prestiti tra privati sono una valida alternativa ai tradizionali finanziamenti richiesti recandoci presso un istituto di credito.

    Richiedendo un prestito tra privati solitamente si avrà un tasso d’interesse inferiore rispetto ad un tradizionale finanziamento che viene richiesto in banca, ma tutto viene stabilito in base alle richieste del creditore.

    Spesso infatti, non potendo dimostrare una reale garanzia di rimborso, come la busta paga, chi cede il proprio denaro potrà scegliere di ottenere un rendimento molto alto proprio perché il rischio di non vedersi restituire la somma concessa diventa più elevato.

    Infine vi consigliamo di prestare molta attenzione ai prestiti tra privati e di valutare bene ed attentamente le persone a cui affidarsi poiché, soprattutto in questo campo, la truffa è sempre dietro l’angolo.